A cosa fare attenzione prima di comprare un deumidificatore online

comprare deumidificatore online

Per vivere bene il nostro ambiente domestico non conta solo muoversi comodamente negli spazi, avendo cura di arredare la casa nel modo a noi più congeniale, ma è necessario anche preoccuparsi della qualità dell’aria.

Per tale ragione, per controllare l’umidità in casa, è fondamentale per la nostra salute scegliere un elettrodomestico di qualità e affidabile nelle sue prestazioni e soprattutto adatto all’ambiente in cui dovrebbe operare. Ecco pensata per voi una guida alle caratteristiche da tenere in considerazione per acquistare un deumidificatore online.

Rumorosità espressa in decibel

La rumorosità dell’apparecchio è una caratteristica di primaria importanza per scegliere il migliore deumidificatore online, dal momento che dal suo corretto funzionamento e dalla sua silenziosità dipende direttamente anche il nostro benessere.

Il rumore di fondo a lungo andare, infatti, può causare fastidio e contribuire sulla nostra capacità di concentrazione, rendendoci spesso alterabili durante le normali attività quotidiane. Anche se non esiste ancora un apparecchio totalmente silenzioso, di solito il range che si può trovare in commercio varia da 36/38 dB ad un massimo di circa 50 dB.

I prodotti più acquistati al momento, dunque, hanno una rumorosità media tra i 40 e i 45 dB, valore che costituisce un brusio di fondo assolutamente tollerabile all’orecchio umano se si installa l’apparecchio nell’ambiente che abitiamo per la maggior parte del tempo (se si installa in cantina o in un cantiere, ovviamente, anche una rumorosità maggiore non comporta rischi).

Capacità del serbatoio (litri)

La capacità del serbatoio è altrettanto importante ed è strettamente connessa alla funzione di scarico e alla nostra manutenzione costante dell’ambiente domestico. Questo dettaglio, infatti, comporta un calcolo di quanta umidità è necessario aspirare, dal momento che questa si trasforma in litri di acqua che riempiono il serbatoio (alcuni serbatoi, ad esempio, si riempiono in sole 3-4 ore).

Se il serbatoio è dotato solo di una tanica di raccolta dell’acqua, per farlo funzionare al meglio occorre svuotare quest’ultima ogni volta che si riempie, dal momento che la capacità di deumidificazione arresta in presenza di un serbatoio pieno. Le taniche di raccolta, infatti, hanno una capacità variabile da 1 a 5 litri e si riempiono velocemente se l’elettrodomestico è sempre in funzione.

Da valutare quindi la presenza di segnale acustico a serbatoio pieno o la modalità di scarico in continuo che ,tramite il collegamento di una tubazione in gomma, vi permetterà di bypassare il serbatoio e di scaricare l’acqua dove volete.

Anche il controllo del tubo di uno scarico continuo, però, è importante, specie se si tiene acceso il deumidificatore 24 ore su 24 oppure se questo è installato e lavora costantemente in spazi molto ampi.

Volume degli spazi da deumidificare per il quali il dispositivo è tarato

La funzione dello scarico continuo, assieme alla capacità del serbatoio, come abbiamo visto sono strettamente connesse con l’ampiezza dello spazio nel quale il deumidificatore deve essere montato.

Per ambienti piccoli, per i quali non occorre che l’apparecchio sia acceso tutto il giorno e per i quali il contenimento dell’umidità è limitato, si può considerare l’acquisto di un deumidificatore di piccole dimensioni con una tanica standard. Al contrario, per spazi con un volume molto ampio, meglio scegliere un prodotto a scarico continuo, che lavora molto meglio in metrature ampie.

Di solito questo volume si misura in m² o in m³ (considerando che l’altezza dell’ambiente da deumidificare sia di circa 2,50 m). Dato che questo parametro è molto importante, comunque, è sempre meglio farsi consigliare da personale tecnico.

Leggi anche:

Capacità di deumidificare il litri/ora

Questo parametro misura quanti litri di umidità il deumidificatore è capace di aspirare dall’aria in un’ora di lavoro in accensione. In commercio è possibile trovare sia i modelli con una capacità inferiore a 10 litri/24 h – di solito quelli con prezzi più economici – sia apparecchi con una capacità di oltre i 30 litri/ 24 h (più costosi).

Per orientarvi nella scelta del vostro deumidificatore online occorre pensare al tasso medio di umidità presente nel vostro ambiente durante i vari periodi dell’anno e quali sono i livelli a cui si desidera arrivare: più elevato è il tasso di umidità presente più occorre scegliere un dispositivo con una capacità di deumidificazione elevata.

Presenza del filtro HEPA

Il filtro HEPA è un filtro di ultima generazione dotato di un sistema che, oltre ad aspirare l’umidità in eccesso, cattura anche microparticelle più piccole, di solito batteri e virus che abitano l’aria e che provengono dai mobili, dagli acari della polvere o da spore di funghi.

I deumidificatori dotati di questo filtro, dunque, oltre a garantire un’aria più secca ne migliorano sensibilmente anche la qualità.

Display con livelli di umidità, temperatura e gestione dei programmi

Esistono, infine, modelli di ultima generazione con display multifunzione, dotati anche di un indicatore del livello di umidità: questa funzione è utile per capire come sta procedendo il lavoro dell’apparecchio e di quanto ancora ha bisogno per terminare al momento il processo di deumidificazione. Inoltre i livelli di umidità ideali sono differenti a seconda della temperatura dell’ambiente, è quindi necessario conoscere anche questo parametro.

Alcuni prodotti, poi, possiedono anche la funzione stop, che consente all’apparecchio di fermarsi da solo quando è stata raggiunta una certa percentuale di umidità desiderata della stanza. Queste funzioni sono utili se passate molto tempo fuori casa e se, dunque, avete bisogno di acquistare un deumidificatore online smart e autonomo che funge come ottimo ausilio per la manutenzione della vostra casa.

Ti possono interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato
i campi contrassegnati con * sono obbligatori

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*