Cuffie wireless per TV: come sceglierle?

guida-cuffie-wireless

Avete mai provato a guardare la TV indossando le cuffie?

I vantaggi sono numerosi: tra i principali, la possibilità di seguire i programmi televisivi a qualsiasi ora del giorno o della notte, senza paura di disturbare i vicini o chi abita con voi, la migliore comprensibilità dei dialoghi ed una perfetta fruizione della musica. Il tutto, in completa assenza di cavi, perché se in passato indossare delle cuffie per guardare la TV presupponeva necessariamente il trovarsi a camminare in mezzo a fili tesi in mezzo alla stanza o arrotolati sul pavimento, adesso questo problema è definitivamente superato.

E’, infatti, sufficiente acquistare delle cuffie wireless per TV per potersi mettere comodi e seguire i propri programmi preferiti senza alcun pericolo o disagio per se stessi o per gli altri e soprattutto senza perdere la qualità del suono.

Connettività delle cuffie wireless

Le cuffie possono funzionare, fondamentalmente, in tre modi:

  • Via Bluetooth
  • A radiofrequenza (RF)
  • A raggi infrarossi

Tutti questi sistemi sono ugualmente validi quando si parla di cuffie wireless per TV, data la distanza necessariamente ravvicinata tra spettatore ed apparecchio televisivo, ma attenzione..

Se avete intenzione di utilizzare le cuffie anche per altri scopi, ad esempio per ascoltare la musica connettendovi al PC o allo smartphone e spostandovi per casa, non acquistate Cuffie Bluetooth. Il sistema Bluetooh, funziona, infatti, ottimamente (a parte una leggera compressione dell’audio, che comporta un po’ di perdita di qualità) finché ci si trova in prossimità del dispositivo con cui stiamo scambiando dati, ma è soggetto a perdita del segnale a distanza di pochi metri. Per chi ha necessità di muoversi durante l’utilizzo ed allontanarsi dalla fonte del segnale, le cuffie RF o ad infrarossi sono, quindi, una scelta obbligata.

Un limite da tenere, invece, presente prima di acquistare delle Cuffie a Radiofrequenza (RF), è quello delle interferenze. Le cuffie RF sono, infatti, perfette sia per la TV che per altri scopi (il raggio d’azione arriva fino a 100 metri), ma, trasmettendo/ricevendo un segnale di tipo elettromagnetico, disturbano con facilità il segnale di altre apparecchiature (come ad esempio i router wi-fi) e possono essere disturbate da altri dispositivi wireless o addirittura da semplici elettrodomestici come il microonde. Niente di irreparabile, solo problemi relativi alle frequenze, di solito intermittenti ed eliminabili, ma abbastanza fastidiosi e non immediatamente risolvibili se non si è esperti.

Le Cuffie a Infrarossi, al pari del sistema Bluetooth, non permette di allontanarsi dalla sorgente del segnale, ma la qualità del suono, rimanendo in prossimità, è ottima. Inoltre, le cuffie wireless a infrarossi hanno il vantaggio non da poco di costare nettamente meno delle altre, pur garantendo una perfetta qualità sonora.

Le migliori cuffie bluetooth

Le migliori cuffie a Radiofrequenza (RF)

La batteria

Le cuffie wireless per TV funzionano per mezzo di una batteria, ricaricabile o non, posizionata al loro interno. Alcuni modelli di cuffie, a batteria ricaricabile, hanno un cavetto USB in dotazione, che, connesso al televisore o al PC, permette di ricaricare la batteria. Altre possono essere ricaricati una volta adagiate sul relativo supporto.

L’autonomia della batteria varia dalle 8 alle 40 ore, in base al tipo di connettività e di utilizzo. Se preferite ascoltare ad alto volume, la quantità di energia consumata sarà per forza maggiore, quindi dovrete ricaricare più spesso la batteria.

Design e materiali

Non esistono regole universali. E’, però, importante valutare alcuni aspetti, come, ad esempio, la forma della testa, la necessità o meno di indossare occhiali e l’età di chi utilizzerà il dispositivo. Inoltre, è fondamentale valutare la durata di utilizzo.

Per utilizzi prolungati o se l’utilizzatore è una persona anziana o con occhiali, è opportuno scegliere cuffie leggere, dal padiglione grande e ben imbottito (in tessuto o pelle). Sempre meglio, inoltre, acquistare cuffie wireless per TV che abbiano non solo il padiglione, ma anche l’archetto imbottito, oltre che regolabile.

Alcuni modelli hanno l’archetto che passa sopra la testa, ma ne esistono anche con archetto dietro la nuca. Certi modelli consentono, inoltre, di muovere ed orientare il padiglione, posizionandolo nel modo che risulta più congeniale.

Cuffie aperte, semiaperte o chiuse?

Seguire film, serie TV e programmi televisivi indossando le cuffie wireless presuppone, in genere, un utilizzo abbastanza prolungato e continuativo.

In questo caso, le cuffie più adatte sono, probabilmente, le semiaperte. Il vantaggio è duplice: da un lato un buon isolamento dai rumori esterni, dall’altro una moderata rigidità e pressione sul padiglione auricolare.

Le cuffie semiaperte sono, infatti, un’opportuna via di mezzo tre quelle chiuse, che premono di più sull’orecchio e per questo isolano quasi perfettamente, e quelle aperte, che premono poco e risultano più comode, ma lasciano passare di più i suoni esterni.

Cuffie stereo, 5.1/7.1 simulate oppure reali. Quali sono le migliori per la TV?

In commercio si trovano, sostanzialmente, 5 tipi di cuffie: le comuni cuffie stereo, che tutti conosciamo ed utilizziamo ormai da anni, le cuffie stereo che, mediante un piccolo software, simulano l’effetto Surround 5.1 o 7.1 e le vere e proprie cuffie Surround 5.1 (a 4 altoparlanti per lato) o 7.1 (10 altoparlanti per lato).

Se avete intenzione di utilizzare le cuffie wireless per TV durante la visione di film, le Surround (reali o virtuali) sono sicuramente le più indicate.

Ti possono interessare:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato
i campi contrassegnati con * sono obbligatori

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*